80431243_2412983342364222_3715044623962341376_o

Secondo Capitolo –

Sapete, ci piace pensare che The Silent Edge sia strutturato attentamente, che ogni conseguenza si concepisca trovi sempre un modo per inserirsi senza disturbo nel quadro più ampio, cosicché nulla possa coglierci di sorpresa. Questo è vero, altrimenti in quattro ci ritroveremmo a dar vita alla fiera del nonsense! Ciò nonostante, scrivere dei romanzi significa, prima o poi, restare sorpresi da se stessi. È inevitabile. Ottime idee si rivelano mere esigenze strutturali, per nulla eccitanti non appena vengono messe su carta; viceversa, pessime idee in apparenza o personaggi secondari di poco conto, comparse sullo sfondo della scena, finiscono col farsi desiderare man mano. Quante fugaci presenze di The Silent Edge sono state promosse di grado? Tante, forse troppe, ma oggi le adoriamo. Un tizio di cui leggerete in futuro, se vorrete, era una sorta di “palo”: aveva un ruolo minore, doveva trovarsi lì in alcuni momenti chiave, facilitare il corso degli eventi, pronunciare un paio di frasi nemmeno troppo creative, infine ritirarsi dietro le quinte e restituire la palla ai protagonisti. Ora, questo qui, ve lo dico francamente, stava in piedi grazie a un paio di caratterizzazioni superficiali. Basta. Per motivi istintivi, forse la sua esistenza in quel dato frangente o la singola battuta che pronunciò in contrasto a qualcun altro, capimmo con grande sorpresa che quella comparsa avrebbe meritato di più. Nelle settimane seguenti gli venne affibbiato un passato, un motivo per vivere, dei tratti comportamentali accessori, assunse tridimensionalità di fronte ai nostri occhi – e oggi è uno dei nostri più amati beniamini. Fosse stato un attore avremmo dovuto decuplicargli il cachet. E voi? Siete amanti dei personaggi secondari? Quelli che dovrebbero soltanto entrare in scena, dire “bussano alla porta, signore” e defilarsi? Quante volte aveste voluto saperne di più, conoscerli, scoprire perché ci tenevano così tanto a informare il “signore” che qualcuno aveva bussato? Fateci sapere, siamo curiosi!

Shin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *